Piano di Zona


La legge 328/2000 “Legge quadro per la realizzazione del sistema integrato di interventi e servizi sociali” prevede che i comuni associati negli ambiti territoriali provvedano a definire il Piano di Zona adottato attraverso Accordi di Programma.

Il Piano di Zona è uno strumento dinamico e flessibile in grado di cogliere i bisogni della collettività e di assicurare risposte adeguate.

In data 07.01.2003 i sindaci dei comuni dell’ambito territoriale di Garlasco hanno sottoscritto l’Accordo di Programma per la realizzazione del Piano di Zona per il triennio 2003-2005.
L’Assemblea dei Sindaci dell’ambito di Garlasco, che comprende 27 comuni, ha individuato il Comune di Sannazzaro come comune capofila del Piano di Zona e come sede dell’Ufficio Tecnico-Operativo del Piano.

I servizi erogati dal P.d.Z. sono in particolare i Titoli Sociali che consistono in provvidenze economiche o prestazioni di cure attraverso cui sostenere, a livello domiciliare, il soddisfacimento di bisogni di ordine sociale dei soggetti fragili, al fine di favorire la loro permanenza nell’ambiente di vita e di relazione ed evitare o ritardare il ricovero in istituto.

L’erogazione dei Titoli Sociali, previsti dal P.di Z., è disciplinata dal Regolamento per l’accesso ai Titoli Sociali, approvato dall’Assemblea dei Sindaci del 30.01.2003.

I titoli sociali si suddividono in due tipologie:

Buono sociale:

  • per prestazioni rese dai familiari o caregiver (prestatori di cure) non professionali nell’ambito della rete informale di solidarietà.

Voucher sociale:

  • per prestazioni erogate da caregiver professionali sociali acquistabili presso Enti accreditati.


L’Ufficio Tecnico-Operativo del Piano di Zona si è dotato di un’ Assistente Sociale per lo svolgimento delle funzioni previste nel Piano di Zona tra cui la gestione dei titoli sociali, il segretariato sociale e il servizio sociale professionale a disposizione dei 27 comuni costituenti l’ambito territoriale di Garlasco.

L'Assemblea dei Sindaci del 14.07.2005 ha approvato il "Regolamento per l'erogazione di misure a sostegno delle politiche in favore delle famiglie di nuova costituzione per il sostegno alla natalità - Annualità 2004" ai sensi della L. 289/2002, art.46 e della D.G.R. n. 15452/03.

Tale regolamento disciplina l'accesso al Buono sociale per il sostegno alla natalità che è un contributo destinato ai nuclei familiari con figli di età non superiore a 3 anni (nati dal 1 gennaio 2002), in condizione di fragilità economica e sociale, con particolare riferimento ai bambini disabili.

Collegati al Portale Integrazione Migranti

 

 


Ufficio di competenza: Servizi Sociali
Piazza Palestro 1

Responsabile unità operativa: Marinella Fassi
Responsabile ufficio: Marinella Fassi
Tel. 0382 995608
E-mail: mfassi@comune.sannazzarodeburgondi.pv.it


Modulistica:




Eventi della vita associati